La nostra storia

La V.A.I. (Veneta Automazioni Industriali) s.r.l. ha sede a Castelfranco Veneto (TV) e costruisce macchine confezionatrici per l’imballaggio.

E’ stata costituita nel 1975 da un gruppo di cinque soci. Tutti quanti uscivano dalla PAVAN s.p.a. di Galliera Veneta, che produceva impianti per pastifici e macchine confezionatrici a fine ciclo. L’omogeneità degli interessi, la competenza acquisita e la volontà di costruire una gamma completa di confezionatrici è, dunque, alla base dell’iniziativa dei cinque. L’anno successivo vede l’uscita di due soci, che comporta la necessità di reperire nuovo personale che va a formare il primo nucleo organico dell’azienda.

Dal 1986 il titolare è Eugenio Toso, vista l’uscita degli altri soci (1979-1986).

La crescita dell’azienda è sempre stata costante; è a partire dagli anni novanta  che si registrano i migliori risultati, arrivando alle 50 macchine l’anno. Il numero dei dipendenti si aggira stabilmente intorno alle 10 unità, senza contare i prestatori d’opera esterni che saltuariamente sono chiamati nei casi di sovrapproduzione.

La VAI mantiene il pieno controllo sulla progettazione di cui si occupano 4 persone, compreso il titolare. Utilizza un network di circa 260 fornitori, di cui 15 sono fornitori chiave. Tutti sono legati alla VAI per un 20% dei loro volumi produttivi: non esiste dunque un rapporto di esclusiva. In pratica è stato applicato anche nella tecnologia medio-alta un modello che nel Veneto esiste già nell’ambito dei settori a bassa tecnologia (calzature, abbigliamento).

Nel 1995, per effetto della “legge Tremonti”, la ditta anticipa investimenti pluriennali in macchinari, dando inoltre avvio alla prima informatizzazione ed acquistando un nuovo stabile per effetto dell’aumento della domanda.

L’attuale sede è infatti quella di Via Staizza, nella zona commerciale di Castelfranco Veneto. Il numero dei dipendenti nel 2010 è di 24, e la gestione è affidata ora anche al figlio Antonio Toso.

Eugenio ed Antonio Toso